STIME & VALUTAZIONI


Perito ed Esperta d'Arte_Dott.ssa Tamara Follesa_Autenticazioni&Attribuzioni_Expertise & Consulenze_Stime&Valutazioni_Perizie & Inventari_CriticaD'Arte_CuratelaArtisti_

Tra i quesiti più frequenti che vengono  posti a qualsiasi Esperto e Perito nel controverso mondo dell’Arte, è naturalmente la fatidica domanda “ma quanto vale la mia opera d’arte?”.   Purtroppo non esiste una risposta univoca valida per ogni manufatto artistico, e i parametri da analizzare per determinarne il valore economico e di  mercato, variano caso per caso. Il primo elemento però da cui non si può prescindere per una corretta valutazione economica è quello di aver stabilito in primis la sua autenticità e la sua attribuzione. Il valore di un dipinto di un grande Maestro e il valore di un dipinto di un suo seguace di epoca successiva, ad esempio, possono avere una differenza notevole nella forbice di stima. Un dipinto di autore ignoto potrebbe valere poche migliaia o addirittura centinaia di euro, mentre potrebbe raggiungere cifre ragguardevoli, qualora se ne dimostrasse l’eventuale paternità. Un dipinto che si rivelasse falso varrebbe zero per il mercato. Ad incidere poi sui valori commerciali di opere d’arte e beni antiquariali, contribuiscono i gusti e le mode del momento che variano in base alle epoche. Artisti che hanno avuto una certa fama e notorietà in determinati periodi sia  negli anni della loro attività artistica, sia in epoche successive alla loro morte, oggi potrebbero non avere più lo stesso appeal per il mercato, incidendo in difetto sulle possibili valutazioni per la  vendita. Pertanto una corretta stima si può effettuare su opere che abbiano già a corredo un corpus documentale che ne attesti l'autorialità, in alternativa verificare preliminarmente l’autenticità e determinarne l’attribuzione, permetteranno di inquadrare il corretto valore economico. 

 

Mantenere inoltre un livello di imparzialità quando si rilasciano le stime economiche, rimanendo al di fuori del mercato della compravendita, è a mio avviso, un altro requisito che garantisce professionalità e serietà. 


SETTORI DI COMPETENZA 

 Arte Contemporanea Internazionale : Pittura, Scultura, Disegni, Stampe (XX Sec.)

Arte Antica & Moderna Italiana: Pittura, Scultura, Disegni,Stampe (dal XV al XIX Sec. )

Arte Moderna francese: Impressionisti e Post Impressionisti 

Arte Antica Fiamminga (dal XV al XVI Sec.)

Antiquariato (mobili & arredi) 

 

Alla pagina dedicata  ARTISTI PERIZIATI è possibile avere il dettaglio di alcuni dei nomi più importanti che sono stati oggetto di specifico studio o ricerca, per la realizzazione di Expertise, Perizie, Inventari di Stima o per la Consulenza all'acquisto o alla vendita. 


SERVIZI


Perito ed Esperta d'Arte_Dott.ssa Tamara Follesa_Autenticazioni&Attribuzioni_Expertise & Consulenze_Stime&Valutazioni_Perizie & Inventari_CriticaD'Arte_CuratelaArtisti_

PERIZIA 

Per PERIZIA si intende quell’ approfondito documento comprensivo di ogni elemento valutativo utile a motivare e quantificare il valore economico di un bene artistico. La PERIZIA contiene il parere motivato dell’ Esperto in merito alla documentazione  pregressa a corredo dell'opera  che ne certifichi l' originalità, l'unicità e l’ autenticità, sulla base dei quali verrà redatto il relativo valore commerciale (o presunto tale) che verterà su considerazioni che prendono in esame l'andamento di mercato dell'artista oggetto di valutazione, l'andamento di mercato in relazione alla tipologia di opera analizzata, il valore storico-artistico intrinseco, e il valore di stima suggerito più verosimilmente in linea con l'attuale valore di mercato, nonché esplicati i criteri di valutazione vagliati per la redazione del documento, che conferisca chiarezza e trasparenza ai paramentri immessi. La PERIZIA è sempre accompagnata da un approfondito reportage fotografico e cita/allega qualsiasi altro documento precedente che accompagni l'opera d'arte analizzata.  Qualora l’ opera sia già stata oggetto di perizia, verrà effettuato l’aggiornamento del suo valore commerciale in base all’attuale stato di conservazione ed agli attuali parametri di mercato.

La PERIZIA può essere semplice , asseverata o giurata. Il Giuramento della PERIZIA verrà effettuato

presso il Tribunale Ordinario di Cagliari. .

 

INVENTARIO

Un  INVENTARIO  può essere redatto per diverse finalità, in caso di Stato Patrimoniale, Donazione, Successione, Divisioni ereditaria, etc., e consiste in una perizia estimativa cumulativa di più opere appartenenti ad una stessa collezione o gruppo omogeneo di un solo committente. L’inventario deve contenere le informazioni tecniche di  ciascuna opera e tutti gli elementi utili analizzati in fase di sopralluogo, brevi cenni bibliografici sull’artista, i report delle ultime attestazioni di mercato utili a giustificare i valori di stima inseriti. Su richiesta degli interessati, è possibile suddividere l’insieme dei beni in lotti omogenei, considerando non solo il valore dei singoli oggetti, ma anche il tempo e il costo di un'eventuale liquidazione. Un INVENTARIO NON è un Certificato di Autenticità, e non può essere utilizzato per l’alienazione dei singoli beni, in esso contenuti,  ma ha la funzione di conferire chiarezza dello stato patrimoniale familiare o aziendale, conoscendo il reale valore dei beni posseduti, con cui ci si potrà orientare nel complesso mercato dell’arte in caso di vendita. 

 

CONSULENZA

Per CONSULENZA  si intende un parere economico/estimativo dell’opera. La consulenza non prevede il rilascio di un Documento scritto, ma viene effettuata verbalmente, o attraverso canali di scrittura non ufficiali (es. via mail).

 

VERBALE DI CONSTATAZIONE

Per VERBALE DI CONSTATAZIONE si intende l’esame di un’opera con relativa relazione scritta quando la stessa sia stata già in passato oggetto di perizia. Si tratta per lo più di un aggiornamento del valore commerciale o (talvolta anche in merito a pareri attributivi) in base all’ attuale stato di conservazione e agli attuali parametri di mercato. Si allega almeno una foto fronte e retro.

 

 CONSTATAZIONE DANNI

 

Per CONSTATAZIONE DANNI viene redatto un verbale relazionato di verifica, di un eventuale danno causato da forze di causa maggiore, verso un opera d'arte. Esempio in caso di calamità naturali (alluvioni, terremoti, etc.) in caso di incidenti domestici (allagamenti, incendi, etc. ) o danni causati dall'errore umano (trasporto, negligenza e manomissione in caso di prestiti per mostre, caduta accidentale, etc. ). Il verbale  è accompagnato da dettagliato repertorio di immagini che attestino e dimostrino il danno subito. 

 

Perito ed Esperta d'Arte_Dott.ssa Tamara Follesa_Autenticazioni&Attribuzioni_Expertise & Consulenze_Stime&Valutazioni_Perizie & Inventari_CriticaD'Arte_CuratelaArtisti_

DIMORE STORICHE 

Si effettuano inoltre valutazioni estimative delle finiture artistiche quale parte integrante di edifici antichi di pregio o di residenze di epoche passate in cui siano stati eseguiti affreschi, soffitti decorati, stucchi o mosaici spesso ingiustamente trascurati e in grado di valorizzare un immobile anche da un punto di vista economico, che richiedono un metodo di analisi differente poiché mancanti dell’indice di mercato vagliabile per le opere mobili.  Questi verranno presentati in evidenza in un documento di stima attraverso il quale è possibile assicurare le porzioni decorate come singola categoria di opere d’arte, e integrarle alla perizia immobiliare per la stima complessiva  dell'edificio  esaminato. 


 LEGGE GUTTUSO

Applicazione di quella normativa tributaria nata nel 1982 che consente ad un eventuale debitore fiscale di saldare la propria posizione versando allo Stato non la somma di denaro dovuta bensì "scambiando" attraverso un opera d'arte (quadri, statue, reperti archeologici, libri antichi) di superiore o pari valore.

PRATICHE DI ESPORTAZIONE

Per conto dei propri clienti si avviano, presso gli uffici competenti del  Ministero per i Beni e le Attività Culturali , i documenti necessari in caso di  esportazione opere d'arte contemporanee aventi meno di 50 anni o di artista vivente, importazione/esportazione opere d'arte antiche, aventi più di 50 anni dei Paesi  C.E.E. e Extra C.E.E. , esportazione temporanea di opere d'arte antiche destinate a mostre, avviando le pratiche per il rilascio delle seguenti certificazioni e  licenze : 

ATTESTATO DI LIBERA CIRCOLAZIONE

(attestato necessario per l’esportazione o la spedizione definitiva di opere d'arte che abbiano più di 50 anni, di proprietà privata, che non siano state dichiarate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali di importante o eccezionale interesse. La validità del certificato è di 3 anni )

 

CERTIFICATO DI IMPORTAZIONE/SPEDIZIONE TEMPORANEA CAI o CAS

 (attestante l’importazione o la spedizione (da un paese membro dell’Unione Europea di un’opera o di un bene culturale sul territorio nazionale. La validità è di 5 anni, rinnovabili su richiesta)

LICENZA COMUNITARIA DI ESPORTAZIONE DEFINITIVA 

(necessaria per le esportazioni definitive dal territorio dell’ Unione Europea di tutti gli oggetti e le opere che rientrano nel campo di applicazione del regolamento CEE, n. 3911/92, di cui all’ allegato A del D.lgs. 22/01/2004, n. 42.)

 

AUTOCERTIFICAZIONE PER L'ARTE CONTEMPORANEA

(esportazione opere aventi meno di 50 anni o di artista vivente/spedizione opere d'arte contemporanea) 

 

 Il CODICE Dei BENI CULTURALI e del PAESAGGIOTesto Unico Beni Culturali DL 42/2004 e successive modifiche DL 62-63/2008 ex Legge N 88/1998 ex 1089/1939) stabilisce il divieto di esportazione definitiva per tutti  quei  beni sottoposti a vincolo, sia di proprietà pubblica che privata. Di tutti i beni culturali per cui non può essere applicata  l’ esportazione definitiva, può essere richiesta l’uscita temporanea, per gli scopi stabiliti dalla normativa vigente in materia, con l’obbligo da parte del proprietario di munirsi dell’attestato di circolazione temporanea.

 

 


REGOLAMENTO DEONTOLOGICO


1. Colui che sottoscrive una perizia è responsabile del proprio operato sia in sede giudiziale che extragiudiziale verso la collettività.

 

2. Non possono essere svolte prestazioni peritali in condizioni di incompatibilità con la propria esperienza specifica, né quando il proprio interesse possa interferire con una obiettiva valutazione.

 

3. Il perito non sottoscrive perizie di opere che egli non abbia personalmente esaminato.

 

4. Non è ammessa nessuna forma di concorrenza illecita, né operare al fine di sostituire un collega che sta per avere o abbia avuto un incarico.

 

5. Il perito chiamato ad autenticare un’opera è sempre tenuto a verificare che la stessa non sia stata già esaminata da un altro perito, in tal caso quando possibile, ne informa il collega.

 

6. Il perito che abbia prestato la propria opera per case d’asta non può accettare incarichi da privati o enti per la stessa opera già periziata per l’ente banditore.

 

7. Il perito è tenuto al segreto professionale.


 Per richiedere un parere preliminare o  preventivo per una delle  tipologie di  consulenza sopraelencate  manda una mail a 

tamarafollesa.peritodarte@gmail.com