"MONA LISA SMILE!!!"


Leonardo da Vinci "La Gioconda" nella versione del video Mona Lisa Smile
Leonardo da Vinci "La Gioconda" nella versione del video Mona Lisa Smile

Stamattina ha catturato casualmente la mia attenzione questo video (vedi sotto), non tanto perché attratta dalla melodia, che tutto sommato è orecchiabile, ma  poiché  ambientato all'interno di un Museo,più precisamente l'ambientazione è quella del Louvre di Parigi, anche se vi è qualche altra opera, probabilmente solo in prestito durante le riprese,conservata in luoghi e istituzioni differenti.  Inoltre la parete con la Mona Lisa esposta nella Sala 6 è sovrapposta ad una galleria di dipinti con le pareti rosse situata in un altra sala, in cui ho contato una ventina di dipinti. In questa visita virtuale ogni opera d'arte prende vita impersonificandosi nei due cantanti. La voce femminile (Nicole Scherzinger-ex Pussycat Dolls) interpreta per quasi l'intero brano, la "Gioconda" di Leonardo che canticchia dal dietro il vetro in cui è esposta, sul finale la stessa protagonista diventa "La ragazza con l'orecchino di perla" di Veermer (Mauritshuis, L'Aia),mentre la voce maschile (Will.i.am-ex Black Eyed Peas) prende vita nelle più svariate opere, dal "San Girolamo" di Caravaggio, conservato alla Galleria Borghese di Roma, all' "Astronomo" di Jan Veermer conservato al Louvre appunto, alla "La Libertà che guida il popolo" di Delacroix, alla prima versione di "Napoleone supera le Alpi" di Jacques-Louis David conservata a Versailles, al "Concerto campestre" di Giorgione, all' "Autoritratto con capello a tesa larga" di Rembrandt, "Nicholas Kratzer" di Hans Holbein il Giovane, "Salomè con la testa di San Giovanni Battista" di  Andrea Solario, il ritratto di "Mulay Ahmad" di Peter Paul Rubens, "Domenico Giuliani e il suo servitore" di Passarotti e il ritratto "Federico da Montefeltro" di Piero dalla Francesca. E' possibile visionare il confronto tra le opere originali e la reinterpretazione dei due artisti sul sito del cantante black  qui. Il video girato realmente all'interno del celebre museo, è stato preceduto dalla realizzazione di un documentario di 12 minuti intitolato "William al Louvre", visibile sul sito del Louvre e attraverso Daylimotion qui, la cui visita ispirò a tal punto l'Artista da decidere di dedicargli un brano e un video musicale. Certamente una bella operazione di marketing per il Louvre,  ma il video  a mio avviso risulta simpatico e divertente, un modo creativo per porre l'attenzione e divulgare, anche ai meno avvezzi, la cultura e l'arte, al di fuori dei canali convenzionali, senza per questo voler dissacrare le opere, ma anzi stimolando probabilmente chi non avesse ancora potuto visitare il celebre Museo, a fargli finalmente visita e approfondire  così la conoscenza di quei personaggi che ora sono diventati anche protagonisti di un video clip, un modo di celebrare la cultura che rispecchia il tempo in cui viviamo, l'era della tecnologia e dell'innovazione, epoca in cui l'Arte intesa come rappresentazione dei capolavori per eccellenza, può convivere con una melodia pop. 

 

(...)Lascia che ti parli della mia ragazza

La mia ragazza Monna Lisa (...) 

Sorridi per me Monna Lisa, Lisa

Sorridi per me Monna Lisa, Lisa (...)"

 

Dott.ssa Tamara Follesa

 




Scrivi commento

Commenti: 0