Arte Contemporanea · 01 aprile 2020
Ventiduesimo giorno di lock down italiano. A oggi i paesi colpiti nel mondo sono 113, il Situation Report n. 70 del 30 Marzo 2020 pubblicato dal World Health Organization riporta 693.224 contagi e 33.106 decessi. Dai balconi non si canta più, ma si osserva un più rispettoso silenzio in segno di cordoglio per tutte le vittime da COVID-19, in Italia oramai arrivate a più di 11.000. Il valore del tempo non sarà più lo stesso

Arte Contemporanea · 22 marzo 2020
Il 21 Febbraio 2020 si registrava in Italia il primo caso di COVID-19, meglio noto come corona virus. Da quel momento in poi le nostre vite, le nostre abitudini e le nostre priorità sono state stravolte. I più fortunati possono continuare a proseguire le loro esistenze semplicemente rimanendo a casa, certo, con delle limitazioni, ma con la possibilità di poter ancora salvaguardare il bene più prezioso di tutti: la propria salute e quella dei propri familiari

Arte Contemporanea · 15 dicembre 2019
L’Arte, così come altri linguaggi espressivi, risponde appieno alle rivoluzioni del proprio tempo: appare urgente più che mai per gli Artisti che manifestano il proprio senso estetico nell’ oggi, chiudere con le avanguardie storiche azzerando il passato e ricominciando con manifestazioni del tutto inedite, talvolta attraverso rappresentazioni non ancora comprese, non sempre accolte o concepite come possibili, ma che aprono una strada verso il nuovo come qualcosa su cui indagare.

Arte Contemporanea · 05 marzo 2019
L’Artista rielabora tale immagine enfatizzandone i caratteri rappresentativi: la maschera si ricopre d’oro, simbolo di opulenza, ricchezza, ostentazione, che sono lo specchio di questa società figlia del progresso economico, e attraverso degli interventi di inclusione inserisce gli elementi chiave della simbologia informatica quali il Microchip, dei cavetti/antenne di cablaggio e connessione, e un USB flash drive in prossimità dello nezem, l’anello applicato tra le due narici. A questo si aggiun

Arte Antica & Moderna · 18 settembre 2018
Sistemando la mia straripante libreria e le casse piene di volumi e riviste d'Arte, mi sono così imbattuta in un vecchio numero del "Giornale dell'Arte", in cui, risfogliandolo a distanza di qualche anno, ha catturato la mia attenzione un articolo dell'Agosto 2014, sulla preannunciata vendita da Christie's di una "Santa Prassede"

Arte Antica & Moderna · 03 aprile 2018
Con la pubblicazione “L’Angelo / San Giovanni di Leonardo Da Vinci: un dipinto senza committente, le trasformazioni del patrono di Firenze fra Roma, Milano e Amboise” Carlo Pedretti e Margherita Melani,con il contributo tecnico-scientifico del Prof. Maurizio Seracini, specializzato in Diagnostica per i Beni Culturali, presentano un piccolo dipinto raffigurante un “San Giovanni”, che Pedretti, supportato appunto dall’esito scientifico delle analisi, circoscrive a Leonardo e Salai.

Arte Contemporanea · 19 agosto 2017
Uno degli aspetti che suscita in me particolare curiosità ed interesse, nel lavoro di ricerca degli Artisti contemporanei, è dato da quanti traggano la propria ispirazione dal passato, con quel guizzo creativo in più, capace, seppur nella citazione storica, di ricreare qualcosa di totalmente nuovo ed inedito. Affrontai tale questione in un precedente editoriale "Antiqua et Hodierna"

Arte Antica & Moderna · 10 settembre 2016
“(…) Una grande camera piena di quadri: “L'Adorazione” di Caravaggio, Cezanne, “Il Concerto a tre” di Vermeer, Van Gogh, Modigliani, Manet, Degas...e poi Rembrandt ovviamente: "La Tempesta sul mare di Galilea" questi sono i quadri perduti, tutti quelli rubati e distrutti che ora sono insieme, autentici, al sicuro....(…)"

Arte Antica & Moderna · 30 agosto 2016
Sin dagli albori della nostra storia, l’uomo per andare avanti ha sentito la necessità di guardare al passato. Le grandi evoluzioni artistiche sono avvenute grazie a quel senso di novità e innovazione quali elementi indispensabili per nuovi sviluppi. Edmunde Burke nella sua “Inchiesta sul bello e sul sublime” (1757) approfondisce tale concetto sostenendo che la curiosità intrinseca nell’ uomo è la prima e più semplice emozione che ci permette di esplorare nuovi mondi.

Arte Contemporanea · 25 agosto 2016
L’invenzione originale di forme e l’unicità dei diversi artisti e della loro relativa produzione artistica, è il campo di ricerca su cui porre le proprie riflessioni all'interno della meravigliosa, ricca e complessa vicenda dell’Arte. Nel 1866 Emile Zola, gridava con forza in difesa dell’innovazione che si affacciava sul panorama artistico grazie alla pittura di Manet sostenendo che “I nostri padri hanno riso di Courbet, ed eccoci andare in estasi dinanzi a lui; oggi ridiamo di Manet, e saranno

Mostra altro